akasha registri
top of page

ANIMA COMPAGNA

Aggiornamento: 8 feb

Ci siamo resi conto che le nostre relazioni matrimoniali spesso sono distruttive, portano stress e delusione anziché gioia e felicità reciproca.

La ragione per cui sono così difficili consiste nel fatto che si basano sulla dualità invece che sull'unità dell'amore Divino. Se una relazione non è fondata sull'unità, non potrà mai esaudire tutti quei bisogni e desideri del cuore che si sentono nell’intimo.


Coloro che stanno aspettando l'amato da qualche altra parte al di fuori di se stessi, occorre dire che non è in questo modo che funziona. L'amato è sempre parte di noi stessi.


Lei, lui può avere un corpo nel mondo esterno, ma incontrare la propria anima compagna quando non si è completamente pronti per questa iniziazione che può apparire come un tiro mancino.


Anche se questo non è ciò che vogliamo l'esperienza umana della terza dimensione non offre facili compatibilità sia di carattere che di spirito, a meno ché entrambe le parti non abbiano raggiunto lo stesso livello di maturità ed evoluzione.


L’invito è a sostare oggi in un pensiero quello di volere creare prima dentro di noi, in ogni cellula ed elettrone del nostro corpo, nel cuore e nell’anima, l'amore per il quale ci sta struggendo.


Occorre sviluppare una relazione nella consapevolezza dell'unità dentro se stessi, perchè tutto è lì solo in attesa che la nostra attenzione vi ci si poggi.


Il complementare Divino vive esattamente dentro di noi.


Il rapporto che si sta cercando non è altro che il riflesso del rapporto con il proprio Sé superiore.

Quando impareremo ad amare noi stessi in ogni aspetto del nostro essere, in ogni aspetto della nostra Divinità, in ogni aspetto della nostra esperienza umana, allora l'amore Divino per il Sé diventa il Sovrano del Cuore e della nostra vita, non ci sarà bisogno di cercare più da nessun'altra parte.

Sapremo che l'abbiamo trovato e non importerà che forma esso prenda. Il nostro cuore si sentirà colmo e completamente appagato.


A questo stadio della crescita spirituale, lo specchio, il riflesso del perfetto amore per il Sé si manifesterà tangibilmente nella vita. Arriverà a i nostri occhi e l’altro ci riconoscerà.

Questa è una legge Divina senza inganno.


Se non ci sarà questa manifestazione nella vita, significa che non si è ancora pronti oppure che non è stato ancora scelto a livello superiore e che aspettare è la cosa migliore.


Accadrà nella vita con una tempistica Divina e non peserà l'attesa, una volta raggiunto questo stato di amore Divino nel nostro cuore, niente sfuggirà alla nostra attrazione, neppure la nostra anima compagna.

Christina Pedetta

Post recenti

Mostra tutti

Iscriviti per ricevere aggiornamenti esclusivi

Grazie per l'iscrizione!

  • alt.text.label.Facebook
  • alt.text.label.Instagram
  • Tic toc
  • alt.text.label.YouTube

©2023 by Christina Pedetta

bottom of page